Equipaggiamento invernale: 
come attrezzare al meglio azienda e dipendenti

2131

In inverno, molte attività sono direttamente colpite dall’arrivo del freddo e dal peggioramento delle condizioni climatiche. I settori professionali come l’edilizia o i servizi di consegna sono i più colpiti dal calo della temperatura, ma anche altri possono essere impattati. Ogni volta che i dipendenti devono lavorare in un magazzino, nei locali o all’aperto, i team leader o i responsabili degli acquisti devono assicurarsi che ci siano le migliori condizioni possibili per svolgere i compiti richiesti. Tra i vari accorgimenti da prendere c’è la fornitura di attrezzature per il freddo.

Direttive europee sulle attrezzature per il freddo sul luogo di lavoro

La direttiva europea 89/656 CEE definisce i doveri delle aziende e dei dirigenti in materia di dispositivi di protezione individuale (DPI). Il regolamento 2016/425 specifica ulteriormente la definizione di DPI come segue: “Attrezzature progettate e fabbricate per essere indossate o tenute da una persona per la protezione contro uno o più rischi”. Questo testo europeo evidenzia i principi di conformità dei DPI e gli obblighi dei fabbricanti.

Le conseguenze di una scarsa protezione dal freddo sul lavoro

L’esposizione a temperature inferiori a 5 °C in un contesto professionale dovrebbe essere motivo di preoccupazione per datori di lavoro e dipendenti. Oltre ai rischi reali per la salute e la sicurezza del personale, ci può essere anche un impatto sulle prestazioni

Ci sono numerosi rischi per la salute e la sicurezza associati all’esposizione al freddo estremo. Questi includono:

  • Ipotermia: calo anomalo della temperatura corporea;
  • Congelamento e geloni: danni da gelo ai tessuti del corpo (piedi, mani, orecchie, naso);
  • Sonnolenza;
  • Lesioni da incidente (pavimenti scivolosi, attrezzature con superfici metalliche fredde, perdita di destrezza, ecc;);
  • Riduzione del flusso sanguigno alle dita;
  • Disturbi muscoloscheletrici, ecc…

Il diritto di dire “no” del lavoratore

Anche se i regolamenti possono variare da paese a paese, i dipendenti hanno il diritto di ritirarsi dal lavoro in caso di freddo estremo se c’è un pericolo imminente e grave per la loro salute o addirittura la loro vita. Questo vale anche nel caso in cui l’attrezzatura o i sistemi di protezione risultino essere difettosi.

Se non vengono presi provvedimenti adeguati alla giusta protezione dei dipendenti dal freddo (fornitura di attrezzature, riscaldamento dei locali, ecc.), questi ultimi possono anche rifiutarsi di lavorare senza defezioni sullo stipendio. Va precisato che la legislazione emanata in materia non menziona sempre una temperatura minima specifica. Spetta quindi al responsabile e al personale valutare se c’è un rischio reale.

Calo della produttività

La mancata considerazione delle condizioni di lavoro in termini di sicurezza e protezione termica può portare non solo a gravi rischi per la salute, ma anche a un significativo calo di produttività per l’azienda. 

Le imprese edili, gli operatori ecologici, i lavoratori agricoli e i dipendenti delle celle frigorifere o dei macelli sono direttamente esposti al freddo estremo. L’attuazione di misure preventive e la fornitura di attrezzature adeguate li aiutano a svolgere i loro compiti in modo tempestivo senza mettersi in pericolo.

I settori maggiormente interessati

Tutte le occupazioni che comportano un lavoro all’aperto sono interessate dall’uso di attrezzature per il freddo estremo e dall’attuazione di misure di sicurezza. In settori come il trasporto, l’edilizia o i corrieri per esempio, le condizioni climatiche in cui i dipendenti svolgono il loro lavoro devono essere prese in considerazione.

Questi non sono gli unici campi professionali in cui la protezione contro il freddo deve essere considerata. Anche tutti i lavoratori delle celle frigorifere (ristoranti, supermercati, macelli, ecc.) o delle fabbriche sono esposti ai rischi legati al freddo. I dispositivi di protezione individuale (DPI) contro i cali di temperatura sono essenziali per la sicurezza della forza lavoro e il mantenimento dell’attività aziendale.

Soluzioni per i professionisti che affrontano il freddo estremo

Sono disponibili diverse soluzioni per combattere il freddo durante il lavoro. La protezione è assicurata in anticipo attraverso la diffusione di informazioni di sensibilizzazione ai dipendenti, così come attraverso l’acquisto di attrezzature per il freddo sul posto di lavoro.

Informazione interna

Oltre agli obblighi imposti dalle normative europee, è essenziale per tutte le aziende informare i propri dipendenti sui rischi e sui mezzi di prevenzione per combattere il freddo. Molti incidenti possono essere evitati facendo questo passo preventivo. I lavoratori in ambienti freddi devono quindi essere messi al corrente dei sintomi associati all’esposizione al freddo. Le linee guida sull’abbigliamento appropriato, per esempio, dovrebbero essere affisse in modo che tutti i dipendenti ne siano a conoscenza:

  • Abbigliamento con proprietà di isolamento termico; 
  • Vestiti asciutti per stare al caldo;
  • Stivali di pelle con suola di gomma adatti al freddo estremo, ecc…

I dipendenti dovrebbero essere incoraggiati a lavorare in coppia il più spesso possibile per una supervisione e protezione reciproca.

Locali riscaldati nelle vicinanze della zona di freddo estremo

Si raccomanda vivamente di limitare la presenza e l’attività dei dipendenti nelle zone di freddo estremo. Ai lavoratori che lavorano all’aperto o in ambienti con temperature particolarmente basse si consiglia di fare visite regolari alle sale di riposo con riscaldamento adatto al freddo estremo.  

Questo comporta anche la pianificazione del tempo di lavoro all’aperto in inverno o in luoghi in cui le temperature sono molto basse (magazzini, celle frigorifere, etc…). 

La riduzione dei rischi associati al freddo estremo riguarda anche lo sgombero della neve, l’accesso sicuro all’area di lavoro e le attrezzature utilizzate per il lavoro.

Abbigliamento e calzature adatti alle condizioni invernali

Proteggere i dipendenti durante il freddo estremo richiede l’uso di attrezzature adeguate. L’acquisto di abbigliamento per il freddo dovrebbe quindi essere una priorità assoluta per le aziende. La fornitura di dispositivi di protezione individuale si applica a tutti i membri del personale, che dovrebbero essere dotati di un set di abbigliamento per resistere a condizioni termiche difficili:

  • Pantaloni e giacche isolanti;
  • Sovrapantaloni;
  • Guanti; 
  • Calze;
  • Cappelli;
  • Adeguate calzature di sicurezza;

La direttiva europea 89/686/CEE, adottata da tutti gli Stati membri dell’UE, insiste sul fatto che determinati requisiti devono essere soddisfatti prima che i dispositivi di protezione individuale possano essere immessi sul mercato. Gli indumenti da lavoro conformi a queste norme offrono quindi una protezione ottimale ai dipendenti in caso di esposizione al freddo estremo.

Scegliere abbigliamento e calzature adatti

Se un datore di lavoro ha motivo di credere che i suoi dipendenti possano essere esposti al freddo estremo, spetta a lui scegliere l’abbigliamento da lavoro adatto per ogni individuo. Questa scelta riguarda l’attrezzatura per uomini e donne, così come gli accessori e le scarpe da lavoro.

Attrezzature per il freddo estremo che soddisfano le norme europee

Le norme europee possono essere utilizzate come guida per scegliere l’attrezzatura da lavoro appropriata per il freddo estremo. La norma EN 14058 (giacche, tute, pantaloni, parka, ecc.) è raccomandata per la protezione dal freddo moderato. L’abbigliamento che soddisfa la norma EN 342 fornisce protezione in caso di freddo estremo. 

Per i guanti e le scarpe di sicurezza, le norme sono diverse: EN 511 per i guanti e EN 20345 per le scarpe di sicurezza.

Abbigliamento da lavoro per il freddo per uomini e donne

Le protezioni e l’abbigliamento da lavoro devono essere scelti in base alle temperature a cui il personale sarà esposto. Il freddo provoca l’abbassamento della temperatura corporea. Tuttavia, alcune attività professionali comportano spostamenti regolari tra aree fredde e calde durante la giornata lavorativa. In questo caso, occorre prestare particolare attenzione, poiché il movimento può ridurre il livello di protezione termica dell’attrezzatura. È quindi necessario scegliere un abbigliamento adatto che tenga in considerazione sia al freddo che le mansioni dei dipendenti. 

In inverno o quando si lavora in una stanza fredda, è consigliabile indossare diversi strati di abbigliamento per il freddo estremo. Questo fornisce al personale una migliore protezione termica in quanto l’aria calda viene mantenuta all’interno. Anche le tute e altri indumenti da lavoro “tutto in uno” possono essere una buona soluzione: impediscono la circolazione dell’aria, il che mantiene caldo chi li indossa.

Un altro punto importante da considerare è che la taglia dell’abbigliamento deve essere appropriata per i professionisti che lavorano al freddo o all’aperto in inverno, di nuovo per impedire la circolazione dell’aria. Per esempio, i dipendenti di sesso femminile dovrebbero avere a disposizione un abbigliamento da lavoro che corrisponda alla loro forma del corpo e non un abbigliamento progettato per i dipendenti di sesso maschile, che spesso è troppo grande.

La buona notizia è che la gamma di abbigliamento da lavoro per il freddo sta crescendo ogni anno: giacche, parka, tute, pantaloni, sovrapantaloni, ecc. stanno diventando sempre più efficaci. Questi sviluppi offrono una migliore protezione per i dipendenti e la loro salute contro il freddo.

Calzature antifreddo

La protezione dal freddo per il personale non si ferma qui. Si tratta anche di indossare calzature adeguate. Le scarpe di sicurezza offrono una protezione efficace per i piedi. Gli stivali di sicurezza, invece, mantengono i piedi caldi, anche in inverno e quando le temperature scendono. Alcuni sono fatti con una suola isolante CI. Questo standard aggiuntivo certifica che gli stivali e le scarpe di sicurezza hanno proprietà isolanti. La protezione contro il freddo è garantita, con un perfetto isolamento fino a -10 °C.

 L’importanza degli accessori

Oltre all’abbigliamento e alle calzature, devono essere forniti anche accessori protettivi per garantire la salute e la sicurezza dei dipendenti. Per esempio, in caso di esposizione al freddo estremo, è essenziale proteggere la testa, le mani e gli occhi. L’idea è di assicurare che le estremità siano ben coperte. 

L’uso di cappelli e passamontagna, per esempio, è particolarmente consigliato. Combinando comfort e sicurezza, sono essenziali anche i guanti di protezione termica che soddisfano la norma EN 511 e proteggono i dipendenti dal freddo e dall’umidità durante il loro lavoro. Infine, la fornitura di occhiali garantisce una migliore protezione del personale. 

Anche l’installazione di riscaldatori in aree strategiche sul posto di lavoro aiuta a combattere i rischi invernali. Questa politica di salute e sicurezza dovrebbe essere combinata con l’introduzione di campagne di prevenzione, che prevedono l’affissione di avvisi informativi per tutti i dipendenti. In questo modo, i lavoratori possono mandare avanti l’azienda senza correre rischi.