Organizzare l’officina: gestione degli spazi, arredamento e accortezze

1414

In officina occorre la massima organizzazione per garantire un lavoro efficiente, sicuro e performante, in cui l’attività viene ottimizzata in termini di flussi e tempistiche. L’improvvisazione non è contemplata, il metodo di lavoro quotidiano deve prevedere precisione e facilità di movimento, che passano attraverso:

  • gestione degli spazi
  • un giusto arredamento industriale
  • alcune accortezze

Gestione degli spazi in aree di lavoro

L’officina deve essere adibita al mero lavoro manuale, ma attorno ad essa possono essere predisposte più aree, che necessitano di essere ben delimitate e adibite a funzioni specifiche:

  • area amministrativa: è la zona degli uffici, dove si portano avanti gli aspetti burocratici dell’azienda
  • area spogliatoi: dove i lavoratori possono cambiarsi e, negli spazi più attrezzati, farsi una doccia
  • area clienti: dedicata all’accoglienza di soggetti esterni
  • area magazzino: per i pezzi di ricambio, attrezzature di scorta e tutti gli altri prodotti per officina
  • area deposito rifiuti: per la gestione dei rifiuti ordinari e speciali

All’interno della sezione officina, a sua volta, le zone devono essere divise e definite a seconda della funzione. Ogni postazione deve avere un sufficiente spazio e una corretta illuminazione.

La scelta dei mobili da officina più funzionali

Le soluzioni per i tuoi spazi di lavoro sono pressoché infinite, ma come scegliere il giusto arredo industriale per officina?

Idealmente i mobili dovrebbero essere:

  • ampi, nel caso ad esempio dei banchi da lavoro, per permettere libertà di movimento
  • modulabili, così da risultare versatili e personalizzabili a seconda delle esigenze
  • solidi e resistenti alle sollecitazioni e all’usura
  • con un’estetica curata, possibilmente coerente con l’ambiente dell’officina. Lavorare in uno spazio bello, ispirati da degli elementi di design, è un ottimo plus che potenzia la creatività.

Il banco
I banchi universali per officina possono variare molto, a seconda della natura dell’attività, dell’uso intenso o meno, dallo spazio disponibile e dal budget. Ad esempio un lavoratore che si occupa di meccanica necessiterà di un mobile in metallo, solido e con un piano in legno medio o massello. Un falegname dovrà cercare invece un banco pesante completamente in legno, rigido e resistente.

I porta attrezzi
Per mantenere in ordine le attrezzature per il magazzino esistono più soluzioni, che rispondono tutte a un’unica esigenza: riporre correttamente gli utensili dando a ciascuno una collocazione.

Facilitare la ricerca di ogni strumento è compito di:

  • armadi per attrezzi, con porta battente o scorrevole
  • cassettiere per officina, capienti e comode, ideali per piccoli utensili o oggetti più delicati
  • pannelli, per appendere chiavi e strumenti
  • carrello mobile per attrezzi, per avere gli strumenti necessari sempre a portata di mano. Fondamentale in alcuni casi per questioni di logistica e tempo.

I contenitori ecologici
Devono essere dislocati in più punti dell’officina e il loro scopo è quello di facilitare la raccolta e la differenziazione dei rifiuti.

Le sedute
A seconda della professione e dell’esigenza, si può optare per 3 tipologie di sedute:

  • le sedie regginpiedi
  • le sedie per officina
  • gli sgabelli per officina

Le sedie regginpiedi sono progettate appositamente per chi deve stare in piedi a lungo oppure per lavoratori che devono continuamente alzarsi e risiedersi per svolgere la loro attività. Con le sedie sit-to-stand il corpo si appoggia mantenendo una postura eretta, ma anche reattiva, in modo tale da alzarsi con prontezza e senza difficoltà.
Le sedie per officina, regolabili e stabili, per bilanciare la postura e sostenere anche grandi pesi.
Lo sgabello, che deve garantire un ottimo grado di comfort di seduta, sia con che senza imbottitura.

Gli accorgimenti per mantenere un’officina funzionale

Oltre agli aspetti strutturali, occorre ricordarsi alcune buone pratiche da adottare:

  • areare gli spazi con costanza
  • mantenere le postazioni di lavoro pulite e ordinate
  • far fluire i liquidi sul pavimento verso i punti di scarico
  • tracciare le vie di circolazione

In più, un altro consiglio potrebbe essere quello di avvalersi di sistemi gestionali, per automatizzare alcuni processi e rendere il lavoro ancor più efficace.

E tu, ti sei già sporcato le mani sistemano al meglio la tua area di lavoro?