Alfabeto DPI

1088

A – ANTICADUTA

Corde, moschettoni, imbracature, fino alle reti anticaduta, per lavorare in sicurezza è necessario avere a disposizione i prodotti corretti per svolgere il proprio lavoro nel rispetto del buon senso e delle normative vigenti. E’ importante poter lavorare con piena libertà di movimento scegliendo i migliori prodotti sul mercato in modo da evitare cadute da ponteggi, piattaforme mobili o semplicemente da altezze considerevoli.

B – BERRETTO

Per proteggere la testa da urti lievi, può essere utilizzato il berretto di protezione, un dispositivo leggero, comodo, funzionale ma che permette di mettere in sicurezza il capo anche durante lavori a basso rischio. Esistono anche berretti con scocca interna per garantire maggior protezione senza perdere di vista il lato estetico, necessario in alcune situazioni lavorative.

C – CASCO

Dispositivo di fondamentale importanza per evitare lesioni al capo. La scelta viene fatta in base ai pericoli a cui si è sottoposti durante il lavoro selezionando caschi che rispettino le norme EN 397 (caschi di protezione), EN 14052 (caschi di protezione ad alta performance), EN 812 (caschi antiurto) e EN 50365 (caschi isolanti), in modo da soddisfare le esigenze di tutte le imprese garantendo prodotti a norma e funzionali per il tipo di mansione svolta.

D – D.P.I.

Per Dispositivi di Protezione Individuale si intendono quelle attrezzature o strumentazioni da indossare o comunque portare con sè al fine di proteggere il lavoratore dai rischi che la mansione comporta.

Leggi anche l’articolo Come rendere sicuro un magazzino.

E – ETICHETTATURA

Ogni dispositivo di sicurezza utilizzato deve presentare un’etichettatura completa che riporti ‘nome del produttore’, ‘codice del prodotto’, ‘certificazione – marchio CE’, ‘classe di protezione’, ‘norma EN di riferimento’. E’ fondamentale acquistare avendo la garanzia di materiali idonei e rispettosi delle normative vigenti.

F – FORMAZIONE

La formazione dei lavoratori è alla base di un lavoro svolto correttamente e in sicurezza. Gli addetti devono quindi essere regolarmente formati sia all’inizio del turno che al termine. Inoltre l’azienda deve prevedere corsi di formazione periodici e collettivi in rispetto delle normative vigenti.

G – GUANTI

Le mani sono la parte del corpo che maggiormente è esposta a rischi durante l’orario di lavoro. I guanti evitano infortuni da taglio o ustioni e prevengono malattie cutanee nel caso vengano maneggiate sostanze pericolose. Per la manutenzione industriale si possono scegliere guanti in nitrite, pvc, poliuretano o lattice; se si cerca protezione all’abrasione e al taglio i guanti in fibra Kavlar ® sono il prodotto più indicato; per la movimentazione leggera sono consigliati quelli realizzati in poliestere o in poliammide mentre per la movimentazione in luogo umido sono indicati quelli in pelle idrofuga.

H – HIGH PERFORMANCE

Tutti i dispositivi selezionati dovranno essere controllati e verificati anche per le caratteristiche tecniche che dovranno sempre rispettare i parametri di alta prestazione per garantire la massima sicurezza ed evitare l’usura precoce dei prodotti.

I – IMBRACATURE

Sono un supporto in caso di caduta e garantiscono l’arresto del lavoratore se correttamente utilizzate. In caso di caduta, le imbracature permettono che la tensione venga distribuita in modo equiparato in tutto il corpo.

L – LEGISLATURA

L’utilizzo dei DPI è regolamentato dal D.Lgs n. 81/2008, Testo Unico Sicurezza Lavoro. Il D.Lgs81/2008 prevede inoltre l’utilizzo dei DPI solo quando l’adozione di misure tecniche preventive e/o organizzative di protezione collettiva non risulti sufficiente all’eliminazione di tutti i fattori di rischio. Il DPI va quindi utilizzato solo quando non è possibile eliminare il rischio per il lavoratore.

M – MASCHERE

Proteggono le vie respiratorie dei lavoratori da polveri, gas o sostanze tossiche. Esistono maschere monouso, maschere complete oppure semimaschere. Nel caso si svolga un lavoro in una spazio con tasso d’ossigeno inferiore al 17 % è necessario acquistare la maschera completa. Ogni attività lavorativa necessita di strumenti specifici come nel caso delle industrie chimiche o dell’auto, oppure per i lavori di costruzione e tinteggiatura. Attività che alla lunga, se non svolte con tutti i dispositivi di sicurezza necessari, possono compromettere la salute dei lavoratori.

N – NOVITA’

Dal 21 aprile 2018 è entrato in vigore il Regolamento Europeo 2016/425 che ha cambiato la classificazione delle categorie dei DPI. La Categoria I comprende i rischi minimi per lesioni meccaniche superficiali, contatto con prodotti poco aggressivi, contatto con superfici calde non superiori a 50 gradi, lesioni oculari per esposizione alla luce del sole, condizioni atmosferiche estreme. La Categoria II include quei rischi superiori alla prima categoria ma non così gravi da rientrare nella Categoria III che parla di rischi che possono comportare conseguenze molto gravi come danni irreversibili o decessi.

O – OCCHIALI

Durante l’attività lavorativa gli occhi sono soggetti a diversi pericoli come polveri, raggi UV, schizzi di prodotti chimici. E’ necessario selezionare i migliori occhiali in commercio che rispettino pienamente la norma EN 166.

P – PROVVEDIMENTI

Le nuove normative hanno inasprito le sanzioni per chi produce DPI non conformi al regolamento. Per quanto riguarda i dirigenti o responsabili d’azienda che non garantiscono la sicurezza sul luogo di lavoro, le sanzioni variano in base al grado di responsabilità. Sono tre le categorie giuridiche: Penale, Civile ed Amministrativa. Nel primo caso il soggetto è sanzionabile per comportamenti colposi e prevede pene di tipo detentivo, pecuniario o applicazioni di tipo accessorio. Il secondo caso, invece, il soggetto è tenuto a rispondere anche del danno causato da altri e le sanzioni sono decise dal Codice Civile o da un contatto tra le parti.

Q – QUALITA’

Occorre controllare meticolosamente i propri fornitori e mettere a disposizione dei propri clienti prodotti di qualità che rispettino la nuova regolamentazione del decreto legislativo del 19 febbraio 2019 n.17. Le modifiche decise per quanto non comportino cambiamenti per l’utilizzatore, hanno fissato nuovi parametri per i produttori.

R – RESPONSABILE

Per legge è opportuno individuare un responsabile sicurezza che controlli il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione e l’usura di tali prodotti in modo tale da poter garantire ogni giorno la sicurezza sul luogo di lavoro.

S – SCARPE DI SICUREZZA

Dalle calzature con dicitura EN 20347 (cioè che non presentano il puntale di protezione) a quelle con dicitura EN 20345 (con puntale resistente a 200 joule), la scarpa antinfortunistica è forse dispositivo di sicurezza più diffuso nelle aziende. Non è semplice però selezionare il prodotto adatto al lavoro svolto, è importante quindi creare una guida con indicazioni semplici e dettagliate e prodotti accessori dalle suole antiodore a quelle antimicosi ma anche antistatiche e antifatica.

T – TAPPI

La legge italiana ha imposto come limite massimo giornaliero 87 decibel di esposizione al rumore. Il lavoratore che è obbligato a sopportare rumori più alti rischia lesioni uditive o – in casi estremi – anche la sordità. I tappi per le orecchie sono una soluzione poco ingombrante ed igienica, con modelli personali oppure monouso: comodi e sicuri.

U – UDITO

Elevate pressioni sonore possono causare danni permanenti nei lavoratori. E’ quindi rilevante selezionare protettori auricolari omologati dai tappi di cui abbiamo già parlato, fino alle cuffie antirumore e agli archetti antirumore.

V – VALUTAZIONE DEI RISCHI

Per scegliere i DPI da mettere gratuitamente a disposizione dei lavoratori è necessario redigere un documento di valutazione dei rischi (DVR) dell’attività svolta nel luogo di lavoro. Oltre ad essere un obbligo di Legge, permetterà di selezionare correttamente tutti i dispositivi per proteggere le parti del corpo esposte ai rischi.

Z  – ZELO

“Dedizione assidua e tenace a un compito o ad un impegno”: Manutan vive il proprio lavoro con abnegazione, fornisce assistenza ai clienti, supporto nella scelta dei DPI e consegne rapide ed efficienti. Perché la soddisfazione dei clienti è la nostra soddisfazione

Per altri approfondimenti sui prodotti per la sicurezza di Manutan clicca sull’articolo:
DPI, con Manutan sicuro e comodo dalla testa ai piedi.