Il Feng Shui in ufficio

1221

Una scuola di pensiero antica, lontana e magnetica. Convinzioni che, pur non avendo valenza scientifica, possono rivoluzionare in meglio il tuo modo di vivere, anche sul luogo di lavoro. Un ufficio arredato seguendo le indicazioni Feng Shui potrebbe dare una svolta alla tua carriera e aiutare il tuo benessere.

Cos’è il Feng Shui?

Letteralmente significa ‘vento e acqua’ (Feng=Vento, Shui=Acqua), i due elementi che determinano la terra. E’ una filosofia antichissima che si è sviluppata in Cina più di 1700 anni fa. E’ un’arte geometrica taoista che ha portato a diverse scuole di pensiero che per comune obbiettivo hanno la coesistenza benefica dello Ying e dello Yang. Lo Ying è rappresentato dell’acqua perché identifica la parte femminile, umida. Lo Yang nel Feng Shui è il vento, o meglio il respiro, perché caldo e maschile. Secondo il Feng Shui l’energia vitale viene beneficiata dall’equilibrio delle forze e dalla presenza di elementi che possono determinare addirittura la fortuna di un luogo o di un edificio.

Come arredare un ufficio Feng Shui?

Dai colori alla posizione, bastano poche regole per avere un ufficio che segua le direttive Feng Shui.

  • Niente spalle alla porta:

Secondo la filosofia Feng Shui dare le spalle alla porta può attirare energie negative. La posizione ideale sarebbe, paradossalmente, essere seduti spalle al muro, tenendo sotto controllo ogni angolo della stanza. Se sei obbligato a trovare una soluzione alternativa, puoi utilizzare uno specchio, da posizionare sulla scrivania, per riflettere la porta stessa alle tue spalle.

  • La posizione della scrivania

Il tavolo di lavoro non deve essere collocato in un luogo che ti costringa a tenere le spalle alla porta o alla finestra, ma neppure frontale alla finestra sarebbe indicato perché è fonte di distrazione. L’ideale sarebbe posizionare la scrivania in diagonale rispetto alla vetrata.

  • La forma e il colore della scrivania

Una forma tondeggiante della scrivania è da prediligere perché stimola la creatività. Nel caso non fosse possibile, è da preferire una scrivania con forme regolari che porta radicamento e stabilità. E’ meglio scegliere un tavolo dai toni chiari. Mentre i mobili d’arredo che riempiono la stanza devono essere bassi per evitare che blocchino i flussi di energia.

  • I colori dell’ufficio

Secondo la filosofia Feng Shui ogni colore ha delle caratteristiche specifiche che influiscono sull’umore e sul comportamento. Cambiare i colori della stanza a proprio piacimento non è semplice. Certamente più accessibile è l’utilizzo di quadri o oggetti di specifici colori. Il blu, colore della carriera, calma la mente. Il giallo, adatto per i bambini, stimola la creatività. L’argento aumenta la stima personale, mentre il bianco seda gli umori negativi e il rosa allenta la tensione.

  • L’elettromagnetismo

L’elettromagnetismo può influire negativamente anche nelle energie. E’ meglio tenere le apparecchiature elettriche lontane almeno 50 cm dal nostro corpo, che siano caricatori di batteria, cellulari o apparecchi vari.

  • L’importanza dell’ingresso

Una zona ampia, senza blocchi strutturali o di arredo, favorisce il clima propositivo di chi entra in ufficio. Evitare colori scuri e aggiungere qualche pianta per rendere l’ambiente più accogliente.

  • Piante e acqua

Le piante hanno un’influenza positiva come tutta la natura. Se possibile porta qualche pianta verde nel tuo ufficio. Anche l’acqua è uno degli elementi fondamentali della filosofia Feng Shui. L’ideale sarebbe inserire un acquario nell’arredo della stanza ma se non fosse possibile si può rimediare con quadri o immagini che diano comunque importanza ad uno dei due elementi che determina la realtà.