Il packaging al servizio dell’e-commerce

100

L’e-commerce è in costante crescita da circa dieci anni. Il fatturato europeo era di 279 miliardi di euro nel 2013, per passare a 621 miliardi di euro nel 2019 e prendere il volo nel 2020.
L’anno scorso infatti, come più volte rimarcato, la crisi sanitaria ha dato un nuovo impulso alla vendita online. Sulla scia di questo successo la qualità del packaging è più che mai una leva di crescita essenziale per ogni buon e-commerce.

Secondo un rapporto di e-commerce Europe e EuroCommerce, l’Europa da sola rappresenta il 30% del commercio elettronico globale. Oltre alla qualità del prodotto consegnato, che è ovviamente essenziale, la performance logistica è una delle principali sfide dell’e-commerce e si basa in parte sulla qualità dell’imballaggio.

L’imballaggio a prova di trasporto

Va da sé che l’imballaggio deve assicurare la protezione del prodotto, ma anche garantirne la perfetta conservazione durante tutto il trasporto. Non dimentichiamo che il pacco cambierà ambiente diverse volte durante il tragitto. Dal tavolo di imballaggio nel magazzino alla consegna al cliente finale, il prodotto subirà diversi passaggi per questo il suo imballo deve essere abbastanza robusto e sufficientemente imbottito, per una massima protezione contro gli urti che potrebbero verificarsi.

Anche le dimensioni del pacco devono essere progettate per facilitare la manipolazione e ottimizzare il carico. Come fare? Evitare pacchi troppo grandi e pesanti o quel che è peggio “pieni di vuoto” che occuperebbero spazio nei camion inutilmente con tutti gli sprechi che ne derivano
Uno sforzo di razionalizzazione in questo settore avrà un effetto benefico sui costi, sulla soddisfazione del cliente e sulla politica di RSI.

Scegliere un packaging adatto alle caratteristiche del prodotto

Per evitare qualunque insidia, è bene scegliere un imballo che sia perfettamente adatto a ciascuno dei prodotti spediti. Mentre una classica scatola di cartone e delle pellicole protettive sono più che sufficienti per prodotti non particolarmente delicati, questo è ovviamente meno vero per merce fragile, come il vino o i fiori. Per garantire condizioni di trasporto perfette, una bottiglia di vetro, per esempio, merita un contenitore speciale a nido d’ape con uno spazio per ogni bottiglia e bordi rinforzati. E naturalmente, soprattutto nel settore dell’e-commerce alimentare, gli imballaggi primari e secondari devono garantire il perfetto rispetto delle condizioni di conservazione del prodotto.

Un imballaggio che facilita la pratica di reso

Secondo uno studio di UPS, il 76% degli utenti di Internet consulta le condizioni di reso prima di convalidare un ordine online. Più la procedura è semplice, veloce e conveniente, più il cliente sarà rassicurato e fedele. Le confezioni e gli imballaggi sono in prima linea anche nel soddisfare questo requisito. Idealmente, la confezione dovrebbe quindi essere facilmente richiudibile e riutilizzabile. Se il cliente desidera restituire un prodotto, tutto quello che deve fare è rimetterlo nella sua confezione originale, richiuderla e il gioco è fatto.

Packaging e comunicazione

Non dimenticarti che il cliente, ancora prima di vedere il tuo prodotto, vedrà la confezione!
È fondamentale che il tuo brand sia identificabile anche attraverso l’imballo, il packaging della tua merce sarà il tuo biglietto da visita.

La scelta del logo, del colore, della forma e della dimensione del pacco è parte integrante della strategia di comunicazione di un marchio. L’obiettivo, legato alla brand awareness, è di creare l’effetto wow, far sì che il cliente sia felice di ricevere il tuo pacco più di un altro e, perché no, seguendo la moda dell’unboxing, si riprenda mentre scarta l’involucro della merce appena ricevuta.
Il web diventa così uno spazio promozionale gratuito, fornito dai clienti stessi. A condizione, però, che la customer experience legata al packaging sia perfettamente riuscita.
Una confezione non identificabile, danneggiata o difficile da disimballare è l’anticamera del flop.

Packaging e responsabilità del brand

Ancora una volta, nel mondo dell’e-commerce, il pacco è il punto di contatto tra l’azienda e il cliente. Una delle sue funzioni è quindi quella di mantenere un forte legame emotivo tra chi acquista e il brand. Ecco perché l’intera esperienza del cliente legata al packaging deve essere coerente con i valori trasmessi dal marchio. Per esempio, un’azienda che pubblicizza il proprio impegno ambientale ma che non utilizza l’eco-design nel suo packaging dovrà fare i conti con il rischio di perdere credibilità agli occhi dei clienti.

Politica di imballaggio e CSR

Le preoccupazioni ambientali sono ormai pienamente integrate nelle politiche aziendali. Un marchio capace di offrire un imballaggio ecologico avrà tutte le possibilità di conquistare i voti dei suoi clienti. Ecco perché oggi è essenziale offrire imballaggi riciclati e riutilizzabili. Questo andrà a beneficio del brand, dei clienti e del pianeta.